Comprare indumenti sicuri: il marchio Fiducia nel Tessile.

Nel mio post precedente vi ho parlato del fatto che i vestiti dei bambini e degli adulti contengono sostanze tossiche e della pressione che Greenpeace stia facendo alle industrie perchè entro il 1 gennaio 2020 queste sostanze vengano completamente eliminate durante tutto il ciclo di produzione di ciò che indossiamo o che viene a contatto con la nostra pelle.
Nel frattempo come difenderci?
Sicuramente un’arma molto efficace è: leggere l’etichetta. Un gesto molto semplice ma che ci può svelare tantissime informazioni riguardo al capo di abbigliamento che stiamo acquistando.
Uno dei marchi che garantiscono che il prodotto è sicuro, è il marchio Fiducia nel Tessile – testato per sostanze novice secondo OEKO-TEX Standard 100.

 

 

L’OEKO-TEX Standard 100 è nato nel 1992, grazie alla collaborazione dell’OTI – Istituto Austriaco per la Ricerca Tessile e dell’Istituto di Ricerca Tedesco Hohenstein, come risposta ai consumatori più attenti che volevano poter scegliere prodotti tessili sicuri, senza rischi per la salute. Questo marchio, infatti, permette di valutare le qualità umano-ecologiche dei tessuti attraverso uno standard di sicurezza per le aziende del settore tessile e dell’abbigliamento uniforme e scientificamente provato.
E’ un marchio diffuso in tutto il mondo: più di 9.500 produttori in 80 paesi del mondo seguono questi standard di qualità. Sono state rilasciate 100.000 certificazioni fino ad oggi e il marchio Fiducia nel Tessile è il marchio più conosciuto attestante l’assenza di sostanze nocive sui prodotti tessili.

Inoltre i capi particolarmente delicati come la biancheria intima e gli indumenti per neonati e bambini fino a tre anni (classe di prodotti I e II), devono soddisfare standard più elevati.

 

In ogni caso, ogni singola parte che compone il prodotto finale (ad esempio cerniere, bottoni, filo delle cuciture, ecc.) deve superare i parametri fissati.

 

L’ecologia tessile comprende quattro settori.
1. Ecologia della produzione che “esamina gli effetti dei processi di produzione sull’uomo e sull’ambiente” (si va dalla sicurezza dei luoghi di lavoro, all’impiego consapevole delle risorse energetiche e delle materie prime, ecc.)
Esiste una certificazione specifica a riguardo, la Sustainable Textile Production (STeP).
2. Ecologia umana che è appunto l’OEKO-TEX standard 100 e come già detto si occupa degli effetti dei prodotti tessili (e dei loro componenti chimici)  sulla salute del consumatore.

3. Ecologia del consumo che prende in considerazione gli effetti sull’ambiente dell’utilizzo dei prodotti tessili (lavaggio, pulizia, ecc.)

 

4. Ecologia dello smaltimento che, come dice la parola stessa, tratta la fase finale della vita dei tessuti: lo smaltimento, il riciclaggio, l’eliminazione.

 

Ricordate di controllare l’etichetta.

 


Buon Shopping sicuro a tutti!

2 Risposte a “Comprare indumenti sicuri: il marchio Fiducia nel Tessile.”

  1. Figurati, più ci si scambia informazioni, più diventiamo consumatori attenti e prima le industrie si adeguano alla richiesta del mercato 🙂 Grazie a te per aver dedicato un po' di tempo al mio blog. Buona giornata!

Scrivi qui cosa ne pensi!